Noi nutrizionisti vi sfiniamo con le nostre raccomandazioni sull’importanza della prima colazione, e vi consigliamo di ridurre se non eliminare merendine, biscotti etc… L’alternativa più sana a cui si pensa sono spesso i cereali, tuttavia anche questo  non corrisponde sempre al vero perché il mercato ormai ci propone infinite gamme di cereali anche arricchite di zuccheri, aromi, grassi aggiunti (poco importa che compaia “senza olio di palma”…).Sicuramente sono un’alternativa preferibile ai biscotti quando sono integrali e hanno una minor quantità di grassi, ma bisogna saperli scegliere.

Armatevi di pazienza (avete notato quanto siano lunghe le scansie di prodotti per la colazione nei supermercati?) e leggete le etichette!.

I  migliori devono essere ricavati dal chicco del cereale e non dalla farina. Non dovrebbero contenere zuccheri aggiunti, e men che meno tra i primi ingredienti citati ( l’ordine di citazione è direttamente proporzionale alla quantità presente). Le scritte sulle confezioni a volte ingannano, leggete “SENZA ZUCCHERO”, ma è parzialmente falso perché i cereali ne contengono naturalmente. Il problema è sempre quello poi di scovare gli zuccheri aggiunti, soprattutto semplici (i più dannosi per la salute). Perché ho usato il termine scovare?  Perché lo zucchero si nasconde sotto alcune di queste diciture:  SCIROPPO DI GLUCOSIO, MELASSA, SCIROPPO DI MELASSA, SCIROPPO DI MAIS, MALTO D’ORZO,SCIROPPO DI MALTO, SACCAROSIO,LATTOSIO, DESTROSIO etc. che  innalzano enormemente l’indice glicemico del prodotto. Immaginate che sia zucchero praticamente pronto ad  essere assimilato.

Meglio evitare i prodotti estrusi, scegliere cioè per i cereali sottoforma di FIOCCHI. In  questo caso infatti il chicco viene schiacciato e cotto al vapore preservando maggiormente i nutrienti. I chicchi SOFFIATI potrebbero andare, se non fosse che vengono uniti allo sciroppo di glucosio, pressati e poi raffreddati in modo che si espandano. Hanno quindi un aggiunta di zucchero che non li rende una scelta dietetica.

INTEGRALI (se veri) sono la scelta migliore, perchè le fibre contenute nei cerali integrali hanno la capacità di ridurre l’assorbimento intestinale dei grassi e degli zuccheri permettendo di assimilare meno calorie di quelle contenute nel prodotto originario. Questo spiega l’utilizzo dietetico di questi prodotti, la presenza dell’involucro esterno del cereale, in quanto integrale, ricco di vitamine e minerali, li rende nutrizionalmente migliori.

Come riconoscere il vero integrale? La fibra deve comparire tra i primi ingredienti e in buona quantità (almeno 3 gr di fibre o cereali integrali al 100%). La fibra però non deve essere aggiunta ad una farina, questo lo si può capire perché c’è scritto “contiene”fibra…. tra gli ingredienti deve esserci scritto, quindi: avena integrale e non  farina di avena ,fibra di avena.

Per quel che riguarda la presenza di grassi e oli, dovrebbe valere la regola che non devono essere presenti. Vengono usati per addensare i cereali composti da farine. Possono essere olio di girasole, di mais, di palma. Più sono in alto nella lista degli ingredienti e peggiore sarà il prodotto.

Anche il latte  può venire aggiunto, meglio che appaia LATTE e non LATTE IN POLVERE a cui viene tolto il grasso animale e sostituito da grassi vegetali.

Stesso discorso per il CACAO, questa è la dicitura che dovrebbe comparire, in quanto indice di presenza solo della farina del frutto del cacao. Se è scritto CIOCCOLATO è verosimile pensare che ci siano, oltre al cacao, burro di cacao e zucchero, grassi e zuccheri semplici evitabili.

Un’ ultima raccomandazione, fate attenzione ai prodotti per bambini, arricchiti di sostanze o insaporiti in vario modo ma in maniera industriale, ripieni al cioccolato o creme di nocciole, glassati. Sono spesso dei veri e propri concentrati di zuccheri e grassi saturi

Forse varrebbe la pena abituare i bimbi a cereali integrali, magari con pochi zuccheri da addolcire in casa con cacao o miele nel latte.

Vi è venuta un po’ d’ansia? Bisogna perdere un po’ di tempo all’inizio per trovare il prodotto giusto, ma poi possiamo tornare a goderci a pieno questo momento così importante per la nostra salute:  LA COLAZIONE

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: